Riciclo

                                         riciclo simbolo

Il recupero e il riciclo sono parte integrante della nostra filosofia aziendale, per questo motivo OMEDA BATTERIE si avvale di professionisti del trattamento delle batterie esauste: COBAT

COBAT è un Sistema di Raccolta, Trattamento e Riciclo di rifiuti di pile ed accumulatori e di apparecchiature elettriche ed elettroniche (RAEE), inclusi i Moduli fotovoltaici a fine vita, e provvede anche alla gestione indiretta di pneumatici fuori uso (PFU).

Grazie al suo forte know-how maturato in anni di attività ed alla sua capillare rete di raccolta, il Consorzio opera nel campo della gestione dei rifiuti assicurandone la raccolta sull’intero territorio nazionale ed il successivo trattamento e riciclo, nel pieno rispetto delle disposizioni legislative vigenti.

Chi aderisce al Sistema COBAT sceglie di avvalersi di un partner affidabile, in possesso delle certificazioni in materia di qualità ed ambiente (ISO 9001, ISO 14001 ed EMAS), la cui lunga esperienza di settore garantisce i migliori standard di efficacia ed efficienza.

http://www.cobat.it/index.lasso

PERCHE’ RICICLARE 

Le risorse della terra, per quanto abbondanti pensiamo che siano, sono finite e preziose per tutti noi.

E ‘essenziale che il cibo che mangiamo, l’acqua che beviamo e l’aria che respiriamo sono liberi da tossine e ci mantengano in buona salute. Per mantenere un ambiente pulito, riutilizzare e recuperare risorse ci avvantaggia. Inoltre, una sana gestione ambientale favorisce lo sviluppo sostenibile e la crescita.

È quindi nell’interesse di tutti di riciclare il materiale di scarto, per quanto possibile, in particolare batterie al piombo, perché se non vengono riciclati i materiali nella batteria rappresentare un grave problema ambientale e una minaccia per la salute umana.

Il ciclo ideale sarebbe:

  • Produzione di lingotti di piombo

  • Fabbricazione della batteria

  • Il recupero e riciclaggio dei materiali batteria

Le batterie al piombo, in qualsiasi forma, sono tutte riciclabili, in misura minore o maggiore. Questo significa tuttavia che una batteria può essere riciclata solo dopo che è stata utilizzata. La batteria stessa non fa nulla per chiudere il circuito di riciclo se non viene riciclata, ma noi, i nostri governi e le nostre industrie sono in grado di garantire che entrino nel ciclo con la creazione di un’infrastruttura che promuova e faciliti il riciclaggio.

                                                                          recyclingloop

La moderna batteria al piombo è composta da:

  1. Un contenitore di plastica elastico e resistente che di solito è polietilene, di solito costituito da copolimeri alternativi o di rinforzo, ma il materiale può anche essere metallico o una gomma sintetica.

  2. Lastre di piombo interne positive e negative. L’elettrodo positivo (catodo) è costituito tipicamente di biossido di piombo puro supportato su una griglia metallica, mentre l’elettrodo negativo (anodo) è costituito da una griglia in lega di piombo metallico contenente vari elementari additivi e include uno o più dei seguenti elementi e alcuni talvolta non sono menzionati: antimonio, calcio, arsenico, rame, stagno, stronzio, alluminio, selenio e più recentemente bismuto e argento. Questi elementi di lega sono utilizzati per modificare la forza di griglia, resistenza alla corrosione, riducono l’eccessiva potenzia e manutenzione, e la resistenza interna.

  3. Piastre sintetiche costituite da separatori porosi sono sempre realizzate in polietilene con coste rinforzate, ma sono disponibili anche in PVC e fibra di vetro.

  4. Le piastre sono immerse in un elettrolito liquido costituito da 35% di acido solforico e 65% di acqua. È l’elettrolita che facilita le reazioni chimiche che permettono la conservazione e lo scarico di energia elettrica e permettono il passaggio di elettroni che forniscono il flusso di corrente.

  5. I terminali positivi e negativi in piombo sono utilizzati per collegare la batteria alla macchina e passare la corrente delle singole celle tramite una serie di alette di collegamento e ponti.

 

riciclo

green

 

download (13)

RICICLAGGIO 

I pezzi di polipropilene lavati e asciugati vengono inviati a un riciclatore di plastica, in cui vengono fusi chip ed estruso per produrre palline di plastica per l’utilizzo nella fabbricazione di nuove batterie.

Sebbene alcuni processi combinino gli scarti di piombo agli altri rifiuti, gli impianti più efficienti recuperano piombo dolce mentre le griglie e i terminali sono inviati ad un forno di fusione per la produzione di piombo duro. Porzioni di piombo da entrambe le fonti saranno perfezionati in lingotti e venduti al produttore della batteria.  Il piombo dolce ad esempio è adatto per incollare la batteria mentre il piombo duro è ideale per reti e terminali.

I separatori di polietilene possono essere prelevati dal flusso dei rifiuti in polipropilene e riciclati  sebbene nella maggior parte degli impianti la prassi attuale sia quella di utilizzare questi rifiuti come supplemento carburante.

L’acido delle batterie usate può essere gestito in quattro modi:

1- Neutralizzato, e il risultato trattato per soddisfare gli standard di acqua pulita e poi rilasciato nel sistema fognario pubblico.

2- Rigenerato e dopo il rabbocco con acido concentrato riutilizzato come elettrolita in nuove batterie.

3- Chimicamente trattato e convertito o in fertilizzante agricolo usando ammoniaca o aggiunto a solfato di sodio per l’utilizzo sia nella fabbricazione del vetro sia nel settore tessile o come riempitivo o stabilizzante nei detersivi domestici.

4-  Convertito in gesso per l’utilizzo nella produzione di cemento o nel settore edile per la fabbricazione di pannelli di fibre.

batterie esausterici

L’IMPORTANZA DELLE BATTERIE AL PIOMBO-ACIDO

Le batterie al piombo o d’avviamento si trovano in auto, camion, autobus, barche, treni, sistemi di transito di massa veloce, veicoli ricreativi e sedie a rotelle elettriche di tutto il mondo. La batteria per auto fornisce anche un’alimentazione elettrica stabile all’impianto elettrico del veicolo.

Durante le interruzioni elettriche, le batterie al piombo forniscono un mezzo non inquinante di alimentazione di emergenza per le operazioni critiche come torri di controllo del traffico aereo, ospedali, passaggi a livello, installazioni militari, sommergibili, e sistemi militari. In queste situazioni i telefoni rimangono accesi e questo è perché ogni compagnia telefonica importante nel mondo, compresi i fornitori di servizi di telefonia mobile, utilizza batterie al piombo come alimentazione di backup dei sistemi di telecomunicazione.

Se non fosse per le batterie al piombo probabilmente si avrebbero interruzioni di corrente quasi ogni giorno perché le utenze elettriche non sarebbero in grado di gestire le fluttuazioni rapide della domanda di energia elettrica. Questo è quando le batterie al piombo vengono in soccorso, come enormi strutture che forniscono grandi quantità di energia elettrica per brevi periodi di tempo fino a quando si aggiungono capacità aggiuntive alla rete.

Batterie al piombo acido forniscono potenza carrelli elevatori elettrici utilizzati in magazzini, fabbriche, miniere e navi. Vanno anche ad alimentare i veicoli di trasporto negli aeroporti, così come le sedie a rotelle, parchi divertimento, navette e golf cart. Sulla strada, i veicoli alimentati con batterie al piombo acido sono quelli delle forze dell’ordine, gli autobus, e molto presto i furgoni postali.

BENEFICI DEL RICICLAGGIO DI BATTERIA AL PIOMBO ACIDO

Perché riciclare batterie al piombo acido?

Le batterie al piombo esauste  contengono alcuni componenti tossici che rappresentano un potenziale rischio per l’ambiente e la salute umana. Il riciclaggio consente il:

  • Risparmio di risorse naturali: Facendo prodotti utilizzando materiali riciclati invece di materiali vergini conserviamo terra e riduciamo la necessità di prelevare dal suolo i minerali.

  • Risparmio energetico: Ci vuole meno energia per fare una batteria riciclata. Infatti ottenere lingotti da piombo riciclato, ad esempio, richiede quattro volte meno energia rispetto alla realizzazione di lingotti da piombo non riciclato.

  • Risparmio di Aria e Acqua: Nella maggior parte dei casi, creando i prodotti da materiali riciclati si crea meno inquinamento dell’aria e dell’acqua rispetto alla realizzazione di prodotti con materiali vergini.

  • Risparmio di Spazio in Discarica: Quando i materiali si riciclano in nuovi prodotti invece di finire in discariche o in inceneritori, si risparmia e si conserva spazio in discarica.

  • Consente di risparmiare denaro e occupazione: L’industria del riciclaggio e dei processi associati creano molti più posti di lavoro rispetto a discariche o inceneritori di rifiuti e il riciclaggio è spesso l’opzione di gestione dei rifiuti meno costosa per città e cittadini.

Recycling-process-graphic

PREZZI DEL RICICLAGGIO

Tutti i componenti della moderna batteria al piombo sono riciclabili e da una prospettiva industriale le batterie al piombo-acido sono un successo ambientale, in quanto negli Stati Uniti appena oltre il 96% viene recuperato e nella maggior parte delle nazioni verso il 95% viene riciclato. Rispetto al solito “fiore all’occhiello” rappresentato da prodotti come le bottiglie di vetro, viene riciclato solo il 38%, delle lattine di alluminio è riciclato quasi il 64% e dei giornali è riciclato circa il 68%. Le batterie al piombo acido sono i leader del settore. In realtà le batterie al piombo sono in cima alla lista dei prodotti di consumo più altamente riciclati per oltre un decennio.

Purtroppo, il riciclaggio delle batterie non è di pubblico dominio e le batterie esauste vengono riciclate solo perché è vantaggioso per l’industria non ferrosa. Negli ultimi anni però l’introduzione di norme sanitarie ambientali e occupazionali essenziali e nel corso del tempo il ribasso del prezzo del piombo ha tagliato i margini di profitto a tal punto che le fonderie di piombo che non beneficiano di contributi pubblici statali sono appena in pareggio finanziario mentre gli altri hanno chiuso a causa di gravi perdite.

È quindi sempre più importante per l’industria riciclare il  piombo e generare più reddito da batterie esaurite possibile al fine di migliorare i margini e mantenere la redditività.

Anche se ci sono ancora alcuni processi industriali che fondono batterie intere, la maggior parte degli  impianti di riciclaggio moderni differenziano le batterie che sono poste in un mulino a martello meccanico e la gravità separa i componenti in una serie di serbatoi d’acqua che verranno riempiti.